Genitorialit

Il mio lavoro con la genitorialit segue due strade 1. svolgo percorsi di sostegno e supporto per tutte le coppie che si stanno apprestando ad affrontare una gravidanza, un percorso adottivo o di procreazione medicalmente assistita. Ogni tipo di procreazione implica unattesa che pu essere contemporaneamente fonte di angoscia o di ricchezza e di potenza. Si tratta di un periodo prezioso in cui la coppia pu iniziare a costruire, in un luogo protetto e confortevole, la propria immagine di s come genitori, elaborando gli eventuali vissuti negativi e le ansie anticipatorie, ricevendo sostegno laddove si percepiscono o si scoprono delle criticit, analizzando i diversi stili educativi con lobiettivo di trovare una linea comune, e ottenendo consigli utili per affrontare questa importante fase di vita al meglio. Particolare attenzione e accoglimento va riservato ai percorsi adottivi e di PMA che saranno approfonditi in un articolo specifico, entrambi momenti di vita delicati e ricchi di sfide, emotive e pratiche, in cui lelaborazione dei vissuti e dellattesa risulta di fondamentale importanza2. seguo quei genitori che stanno affrontando dei momenti critici con il lorola loro bambinoa, e che possono trarre beneficio da un ciclo di colloqui con un professionista. Anche in questultimo caso le strade da intraprendere possono essere due, una prima prevede consulenze svolte solo con la coppia genitoriale, senza coinvolgere il bambino, in quanto ci si rende conto, assieme, che il rapporto con il figlio e le sue problematiche percepite, sono fortemente influenzate dallo stile relazionale dei genitori, dalle regole stabilite, e dal clima familiare pi in generale una seconda strada vede il bambinoa come focus dellintervento, i genitori saranno coinvolti solo in alcuni momenti del percorso un primo colloquio conoscitivo, un incontro di aggiornamento che sar svolto dopo i primi quattro colloqui con il figlioa, e altri colloqui di aggiornamenti stabiliti in itinere. Questa seconda tipologia di intervento viene effettuata quando necessario che il piccolola piccola di casa abbia uno spazio tutto suo in cui poter lavorare su sue criticit emotive, difficolt di adattamento scolastico, problematiche relazionali con i pari eccQualunque sia la tipologia di percorso, il grado del loro coinvolgimento e i motivi alla base della consultazione, i genitori non devono percepire il dover ricorrere a colloqui psicologici come se fosse una sconfitta o il terapeuta come se fosse un giudice ostile o, peggio ancora, un avversario con cui competere. Il clinico non ha lintenzione di sostituirsi alla mamma o al pap, o di sottolineare eventuali loro errori. La stanza di terapia deve essere invece vista come un luogo sicuro e neutrale in cui potersi incontrare con un alleato che possa aiutare a rafforzare le risorse gi presenti nella coppia, facendogli scoprire nuovi modi in cui poter usare questa loro ricchezza, avendo a cuore il loro interesse e quello del bambino. Purtroppo, anche i genitori con le migliori intenzioni, possono essere sopraffatti dalle difficolt che crescere uno o pi bambini comporta, dovendosi dividere anche tra le incombenze lavorative, le difficolt quotidiane, e le altre mille sfide che la vita ci pone. Pu capitare in questi momenti di percepirsi fragili o di compiere un passo falso riconoscerlo ci rende solo pi forti e non pi deboli. importante riuscire a fermarsi nei momenti critici, interrogandosi su cosa si pu fare per vivere al meglio un periodo di vita cos importante, per i genitori, ma soprattutto per il bambino e per il suo futuro. La gravidanza e la genitorialit, in ogni fase, rappresentano momenti di vita preziosissimi e dallaltissimo valore, in cui ci possibile lavorare su noi stessi, scoprendo aspetti fino a quel momento sconosciuti, e favorendo una crescita sana e felice per il nostro bambino. Spesso siamo ignari, infatti, di come ogni nostro stress, difficolt o modalit possa avere un effetto sui piccoli di casa, e come, anche dalle pi piccole cose, egli potr trarre delle decisioni importantissime su se stesso, sugli altri e sul modo in cui si aspetta che la sua vita proceder in analisi transazionale tutto ci va a costituire il copione del bambino questo argomento sar trattato in maniera approfondita in separata sede.La programmazione parentale non la colpa genitori dal momento che essi non fanno altro che trasmettere la programmazione ricevuta dai loro genitori non pi di quanto essi siano colpevoli dellaspetto fisico dei loro figli, dato che si possono trasmettere soltanto i geni ricevuti dai loro antenati. Perci un genitore che vuole rendere il migliore servizio ai suoi figli dovrebbe scoprire qual il proprio script copione e poi decidere se vuole trasmetterlo a loro. Se decide di non trasmetterlo dovrebbe trovare il modo di cambiarlo per poter allevare principi dove dovevano essere allevati ranocchi. Non un compito facile. Di solito necessaria lassistenza di un analista di scripts copioni. Adesso il momento dincominciare la programmazione dei genitori delle vere signore e dei gentiluomini del prossimo secolo. Se vogliamo che lumanit sia migliore e pi sana domani dobbiamo incominciare a migliorarci e a guarire subito.Eric Berne Fare lamore.Psicologa Psicoterapeuta a Vicenza, la Dott.ssa Cristiana Brunetti riceve su appuntamento per percorsi di psicoterapia o consulenze singole. Pratica clinica per consulenze, colloqui psicologici e di psicoterapia rivolti ad adulti, bambini, adolescenti e coppie. Disturbi dellumore, Disturbi dansia, Sostegno alla genitorialit, Difficolt scolastiche, Disturbi dellalimentazione, Difficolt relazionali, Problematiche legate allautostima e allautoaffermazione, Elaborazione di lutti e traumi, Terapia di coppia.

Genitorialit
Genitorialit
1000-666
novembre
23
Genitorialità
A CURA DI CRISTIANA BRUNETTI IN  ANALISI 
Il mio lavoro con la genitorialità segue due strade:
1. svolgo percorsi di sostegno e supporto per tutte le coppie che si stanno apprestando ad affrontare una gravidanza, un percorso adottivo o di procreazione medicalmente assistita. Ogni tipo di procreazione implica un’attesa che può essere contemporaneamente fonte di angoscia o di ricchezza e di potenza. Si tratta di un periodo prezioso in cui la coppia può iniziare a costruire, in un luogo protetto e confortevole, la propria immagine di sé come genitori, elaborando gli eventuali vissuti negativi e le ansie anticipatorie, ricevendo sostegno laddove si percepiscono o si scoprono delle criticità, analizzando i diversi stili educativi con l’obiettivo di trovare una linea comune, e ottenendo consigli utili per affrontare questa importante fase di vita al meglio. Particolare attenzione e accoglimento va riservato ai percorsi adottivi e di PMA (che saranno approfonditi in un articolo specifico), entrambi momenti di vita delicati e ricchi di sfide, emotive e pratiche, in cui l’elaborazione dei vissuti e dell’attesa risulta di fondamentale importanza;
2. seguo quei genitori che stanno affrontando dei momenti critici con il loro/la loro bambino/a, e che possono trarre beneficio da un ciclo di colloqui con un professionista. Anche in quest’ultimo caso le strade da intraprendere possono essere due, una prima prevede consulenze svolte solo con la coppia genitoriale, senza coinvolgere il bambino, in quanto ci si rende conto, assieme, che il rapporto con il figlio e le sue problematiche percepite, sono fortemente influenzate dallo stile relazionale dei genitori, dalle regole stabilite, e dal clima familiare più in generale; una seconda strada vede il bambino/a come focus dell’intervento, i genitori saranno coinvolti solo in alcuni momenti del percorso (un primo colloquio conoscitivo, un incontro di aggiornamento che sarà svolto dopo i primi quattro colloqui con il figlio/a, e altri colloqui di aggiornamenti stabiliti in itinere). Questa seconda tipologia di intervento viene effettuata quando è necessario che il piccolo/la piccola di casa abbia uno spazio tutto suo in cui poter lavorare su sue criticità emotive, difficoltà di adattamento scolastico, problematiche relazionali con i pari ecc…

Qualunque sia la tipologia di percorso, il grado del loro coinvolgimento e i motivi alla base della consultazione, i genitori non devono percepire il dover ricorrere a colloqui psicologici come se fosse una sconfitta o il terapeuta come se fosse un giudice ostile o, peggio ancora, un avversario con cui competere. Il clinico non ha l’intenzione di sostituirsi alla mamma o al papà, o di sottolineare eventuali loro errori. La stanza di terapia deve essere invece vista come un luogo sicuro e neutrale in cui potersi incontrare con un alleato che possa aiutare a rafforzare le risorse già presenti nella coppia, facendogli scoprire nuovi modi in cui poter usare questa loro ricchezza, avendo a cuore il loro interesse e quello del bambino. Purtroppo, anche i genitori con le migliori intenzioni, possono essere sopraffatti dalle difficoltà che crescere uno o più bambini comporta, dovendosi dividere anche tra le incombenze lavorative, le difficoltà quotidiane, e le altre mille sfide che la vita ci pone. Può capitare in questi momenti di percepirsi fragili o di compiere un passo falso; riconoscerlo ci rende solo più forti e non più deboli.





È importante riuscire a fermarsi nei momenti critici, interrogandosi su cosa si può fare per vivere al meglio un periodo di vita così importante, per i genitori, ma soprattutto per il bambino e per il suo futuro. La gravidanza e la genitorialità, in ogni fase, rappresentano momenti di vita preziosissimi e dall’altissimo valore, in cui ci è possibile lavorare su noi stessi, scoprendo aspetti fino a quel momento sconosciuti, e favorendo una crescita sana e felice per il nostro bambino. Spesso siamo ignari, infatti, di come ogni nostro stress, difficoltà o modalità possa avere un effetto sui piccoli di casa, e come, anche dalle più piccole cose, egli potrà trarre delle decisioni importantissime su se stesso, sugli altri e sul modo in cui si aspetta che la sua vita procederà (in analisi transazionale tutto ciò va a costituire il copione del bambino; questo argomento sarà trattato in maniera approfondita in separata sede).

<<La programmazione parentale non è la “colpa” genitori – dal momento che essi non fanno altro che trasmettere la programmazione ricevuta dai loro genitori – non più di quanto essi siano “colpevoli” dell’aspetto fisico dei loro figli, dato che si possono trasmettere soltanto i geni ricevuti dai loro antenati. […] Perciò un genitore che vuole rendere il migliore servizio ai suoi figli dovrebbe scoprire qual è il proprio script [copione] e poi decidere se vuole trasmetterlo a loro. Se decide di non trasmetterlo dovrebbe trovare il modo di cambiarlo per poter allevare principi dove dovevano essere allevati ranocchi. Non è un compito facile. Di solito è necessaria l’assistenza di un analista di scripts (copioni). […] Adesso è il momento d’incominciare la programmazione dei genitori delle vere signore e dei gentiluomini del prossimo secolo. Se vogliamo che l’umanità sia migliore e più sana domani dobbiamo incominciare a migliorarci e a guarire subito.>>
[Eric Berne – Fare l’amore.]

CONDIVIDI:
Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa
Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa
Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa
Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa

Leggi anche:
Per saperne di più
Relazioni
åUno degli strumenti principali con cui lavoro sulle relazioni di coppia è l’analisi del Gioco, concezione mo...
>>
Per saperne di più
Mindfullness
Il protocollo Mindfulness Based Eating Awareness Training (MB-EAT) è stato ideato da Jean Kristeller. Il protocollo &egra...
>>
Difficoltà
Lutti
Nel 1999 U. Galimberti definiva il lutto come uno stato psicologico conseguente alla perdita di un oggetto significativo che ha ...
>>
Difficoltà
Igiene del sonno
Ritengo sia importante parlare dell’igiene del sonno e delle problematiche ad esso connesse in quanto, nonostante dormire ...
>>
Difficoltà
Difficoltà Scolastiche
I motivi per cui un bambino o un ragazzo può attraversare momenti di più o meno grave difficoltà scolastich...
>>
Difficoltà
Autostima
Livelli bassi di autostima rappresentano un fattore trasversale a diversi disturbi mentali anche gravi (ad es: disturbi depressi...
>>
Disturbi
Disturbi correlati ad eventi traumatici e stressanti
In un’epoca caratterizzata da una pandemia mondiale, da odio, prepotenza e paura, da guerre politiche e religiose, da vitt...
>>
Disturbi
Disturbi da sintomi somatici
Molti soggetti utilizzano il corpo come mezzo principale attraverso cui esprimere le loro esperienze dolorose. Queste persone te...
>>
Disturbi
Disturbi dell'alimentazione
I disturbi della nutrizione e dell’alimentazione sono patologie caratterizzate da comportamenti inerenti l’alimentaz...
>>
NEWSLETTER
ISCRIVITI
VUOI RICEVERE LE NOSTRE NEWS?
ANALISI
  • DIFFICOLTÀ
  • VICENZA
  • INFORMAZIONI
  • ARCHIVIO
    ANALISI NOVEMBRE 2020
    ANALISI AGOSTO 2020
    ANALISI LUGLIO 2020
    VICENZA LUGLIO 2020
    t:0.48 s:63831 v:5453885
    Torna su
    INFORMAZIONI
    Dopo aver conseguito la Laurea Triennale in “Scienze e Tecniche Psicologiche” presso l’Università degli studi di Napoli Federico II, mi sono trasferita a Padova dove, nel 2016, ho ottenuto la Laurea Magistrale in “Psicologia Clinico Dinamica” presso l’Università degli Studi di Padova. In seguito all’abilitazione alla Professione di Psicologo e l’iscrizione all’Albo Professionale (sez. A), ho proseguito i miei studi iscrivendomi alla Scuola di Specializzazione in Psicoterapia Dinamica Integrata presso il “Centro Psicologia Dinamica” di Padova.
    Oltre ad aver lavorato per diversi anni nel settore educativo, dal 2016 al 2017 ho prestato servizio come tirocinante psicologa presso l’Equipe Adozioni di Padova, sita all’interno dell’ULSS6 EUGANEA. Dal 2018 al 2019 ho lavorato come specializzanda in psicoterapia presso il Centro di Salute Mentale dell’ULSS 8 BERICA. Dal 2020 collaboro con il servizio di "Psicologia Ospedaliera" dell'ULSS 8 Berica.
     
    Scrivimi
     
    NON SONO UN ROBOT
    INVIA MESSAGGIO
     
    Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa
    Psicologacristianabrunetti.it

    © 2020 TUTTI I DIRITTI RISERVATI
     
    Analisi Transazionale,
    Lavoro secondo l’approccio dell’Analisi Transazionale (A.T.), teoria psicologica e approccio di psicoterapia che, pur essendo figlia della Psicoanalisi, ha come punto di forza l’utilizzo di concetti concreti, tangibili, e facilmente comprensibili.
    Modello degli stati dell’Io
    Secondo questo modello tutti i modi in cui gli individui si comportano, pensano, e sentono, possono essere ricondotti a tre stati dell’Io, chiamati “Genitore”, “Adulto” e “Bambino”.
    Approccio
    Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa
    Teoria
    Psicologica
    Analisi
    Genitorialit vicenza psicologa psicologa psiquiatra xalapa
    Pensare e
    Sentire
     
    351.9698700
    Psicologa a Vicenza - Italy
    Psicologa a Vicenza Whatsapp
    Psicologa a Vicenza Instagram
    Psicologa a Vicenza Twitter
    Psicologa a Vicenza Facebook
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
     
    PSICOLOGIA
    LOG IN